Curiosita'Incredibili

Punture di zanzara: rimedi efficaci per ridurre gonfiore e prurito

Come ridurre il gonfiore e alleviare il prurito delle punture di zanzara? Scopri i nostri consigli sui rimedi naturali adatti anche ai bambini

Le punture di zanzara sono un appuntamento quasi certo durante ogni estate. Adulti e soprattutto bambini diventano il bersaglio preferito di questi insetti, che lasciano prurito e gonfiore che nei casi della zanzara tigre vanno trattati in fretta, per evitare peggioramenti. Quali sono i rimedi naturali o farmacologici contro le punture di zanzara? E quali sono quelli più indicati per i bambini?

Per evitare di essere punti dalle zanzare, si può ricorrere in via preventiva a degli antizanzare naturali, indicati per l’ambiente o per il corpo: oli essenziali coi quali profumare la casa o da spalmare sulla pelle, per confondere i fastidiosi insetti ed evitare di essere punti. Un altro modo, soprattutto se ami natura e giardinaggio, è procurarti delle piante antizanzare, che grazie al loro odore e alle caratteristiche terranno lontane le zanzare da casa tua. Se invece ormai la puntura di zanzara è cosa fatta, ecco a te i nostri consigli sui rimedi più efficaci per ridurre il gonfiore e alleviare il prurito.

Punta dalle zanzare? I rimedi più efficaci per ridurre il gonfiore

Per ridurre il gonfiore tipico causato dalle punture di zanzara, una prima soluzione è applicare sulla parte un cubetto di ghiaccio. Avvolgi il cubetto in un tovagliolo di cotone, e applicalo sulla pelle: il freddo del ghiaccio restringerà i vasi sanguigni, impedendo alle tossine rilasciate dalla zanzara di diffondersi. In questo modo minimizzerai il gonfiore.
Altri metodi efficaci per diminuire il gonfiore della puntura riguardano la disinfezione della zona punta: puoi applicare anche qualche goccia di miele mescolata con un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Il miele ha delle virtù antisettiche, impedisce cioè la diffusione di infezioni varie, mentre il bicarbonato purifica e disinfetta. Un altro disinfettante naturale è il limone, frutto dalle mille proprietà tra cui proprio quelle antisettiche. Qualche goccia di limone massaggiata sulla parte punta dalla zanzara ti darà un metodo di disinfezione immediato, impedendo al gonfiore di espandersi e peggiorare, soprattutto se non riuscirai a evitare di grattarti.

Come alleviare il prurito della puntura di zanzara?

Ci sono dei rimedi naturali specifici anche per il classico prurito dato dalle punture di zanzara. I bambinisono i soggetti che tollerano meno la sensazione di prurito, e quindi molte di queste soluzioni sarebbero da adottare soprattutto per loro. Se hai del talco mentolato, che di solito si usa per varicella e orticaria, usalo per il tuo bambino: libera dal bisogno di grattarsi e impedirà quindi che prurito e gonfiore peggiorino. Anche gli oli essenziali sono perfetti, sia prima della puntura, sia dopo, come rimedio: l’olio di mentolo e di eucalipto sono i migliori per liberare dalla sensazione di prurito. I migliori lenitivi sono invece l’olio di calendula, l’aloe vera e il tea tree oil, l’estratto dell’albero del tè pieno di proprietà miracolose. Come sappiamo, l’aloe vera lenisce e disinfetta, e in alternativa puoi usare altri prodotti erboristici, soprattutto se non hai una pianta di aloe in casa, come l’olio di mandorla dolce o l’estratto di camomilla.

Le creme e le pomate più indicate

Storie di Pomodoro Mutti

Lasciati ispirare dalle nostre #storiedipomodoro e raccontaci la tua

Vedi altro

Nei casi più fastidiosi, come quelli della puntura di una zanzara tigre, che provoca gonfiori più estesi e qualche sintomo in più, è meglio consultare il medico, soprattutto in caso di reazioni allergiche. Nei casi meno estremi, invece, è possibile procurarsi in farmacia diverse creme e gel specifici, come quella a base di cloruro di alluminio, che ha proprietà astringenti utili anche contro le punture di medusa. È un gelindicato anche e soprattutto per i bambini, sia contro le meduse che le zanzare: riduce la diffusione delle tossine e quindi anche il bisogno di grattarsi, provocando piccole ferite e perdite di sangue che peggiorerebbero soltanto le cose.

Related Articles

Back to top button
error: Content is protected !!
Close