IncredibiliSalute

Scoprite come identificare le punture degli 8 insetti più comuni

Solitamente quando veniamo punti da un insetto, tendiamo a sminuire la cosa, per lo più convinti che si tratti delle solite zanzare.

Invece non dovremmo sottovalutare le punture di insetti ed è importante sapere cosa fare nelle diverse situazioni per evitare complicazioni alla nostra salute.

Conosciamo le punture degli 8 insetti più comuni

Formiche

Quando a pungere sono le formiche, oltre al prurito, la pelle diventa infiammata e irritata. Applicate una crema al cortisone nell’area della puntura ed evitate di rompere le eventuali bolle in modo che non si crei infezione.

Vespe o api

Sono punture estremamente dolorose, perché il pungiglione della vespa o dell’ape rimane conficcato nella pelle. Poiché ci sono molte persone allergiche, bisogna prendere le precauzioni necessarie per evitare una grave reazione.

Zanzare

Sono punture sottocutanee ed hanno l’aspetto di bolle arrossate. In questo caso non servono particolari attenzioni, quindi l’ideale è applicare una crema e massaggiare delicatamente.

Solo in caso di importanti reazioni secondarie, contattare immediatamente il medico.

Tra queste è possibile osservare: l’ infiammazione delle ghiandole, febbre, dolore alle articolazioni o alla pelle. Questo indica una zanzara probabilmente infetta.

Ragni

La maggior parte dei morsi di ragno, sono innocui.
Tranne quelli della famosa vedova nera o del ragno marrone recluso.

Il morso di un ragno ha la forma di due piccoli punti che identificano l’area.
Quindi è molto particolare e facile da identificare.

Zecche

Le zecche sono piuttosto pericolose perché possono trasmettere malattie quali la febbre emorragica Crimea-Congo e la malattia di Lyme.

Se una zecca vi morde, dovreste rimuoverla immediatamente usando una pinzetta . Tenerla saldamente e sollevarla delicatamente per rimuoverla dalla pelle.
Evitare l’uso di olio o calore.
Una volta tolta, dovreste pulire l’area con acqua e sapone, ma se volete, potete aggiungere dell’alcool.

Pulci

I morsi delle pulci sono piuttosto riconoscibili perché sono piccoli punti rossi sulla pelle che danno molto prurito. È necessario lavare la zona con acqua e sapone e applicare una crema adatta al prurito. Evitate di grattare la zona per non causare infezione.

Scorpioni

La puntura di uno scorpione non va sottovalutata e bisogna considerare 3 fattori importanti:

1- Qual è il tipo di scorpione che vi ha punto

2- L’ età della persona (è più pericoloso nei piccoli)

3- La quantità di veleno che ha introdotto nel corpo

Se iniziate a stare male o avvertite disagi, recatevi dal medico.

Le indicazioni per trattare la puntura

Inizia rimuovendo accuratamente il pungiglione.
Evitate di usare le pinzette per rimuoverlo, perché il sacco del veleno potrebbe esplodere e il livello del veleno all’interno del corpo aumenterebbe. Raccomandiamo di usare un rasoio per raschiare l’area.

Una volta rimosso il pungiglione, lavare bene l’area interessata con acqua e sapone.
Quindi applicare il ghiaccio per 10 minuti, lasciare riposare e ripetere il procedimento.

Se questo articolo vi è sembrato interessante, condividetelo con i vostri amici!

Related Articles

Back to top button
error: Content is protected !!
Close