Benessere

Se soffri spesso di mal di testa, insonnia e stanchezza, inizia a mangiare queste cose

A tutti capita di poter trascorrere giornate davvero brutte, di quelle che sin da quando ci si alza la mattina si capisce subito che le successive diciotto ore non saranno affatto una passeggiata: si potrà trovare ristoro solamente quando si tornerà a dormire. Forse. Sempre se si riuscirà a dormire.

Insomma sentirsi male non è certo il miglior viatico per arrivare ad aprire gli occhi con un sorriso, specie se si dovrà lavorare o si era programmato di fare cose particolari quel giorno.
Sarà capitato a tutti noi di avere preparato un evento per lungo tempo, salvo poi svegliarci quella mattina, o il giorno prima, in preda a sintomi influenzali, malori o indisposizioni di altro genere.

E’ così che impariamo a memoria i nomi di tutti i santi. Ma ciò che molti non considerano, è che spesso può accadere che questo genere di problematiche possano essere derivanti da particolari carenze alimentari: non servono chissà quali medicinali per rimediare, è sufficiente rivedere la propria dieta.

Uno dei micronutrienti che non dovrebbe mai mancare in una dieta sana ed equilibrata, e che quando ne siamo carenti si fa sentire eccome, è il magnesio. Il magnesio è sfruttato per portare a termine oltre 300 reazioni chimiche all’interno del nostro corpo, basta già questo a far comprendere quanto sia indispensabile per il nostro benessere. Inoltre è coinvolto nei processi di produzione dell’energia, ed aiuta a creare nuove proteine partendo dagli aminoacidi; come ben sappiamo le proteine svolgono moltissime funzioni nel nostro organismo.

Il magnesio può prevenire i mal di testa e addirittura riuscire a mitigare le emicranie, mentre la sua insufficienza causa un abbassamento dei livelli della serotonina, il neurotrasmettitore che regola il nostro buonumore. Quando siamo in carenza di magnesio ci sentiamo più tristi, tant’è che bassi livelli di questo minerale possono portare a sviluppare insonnia e persino depressione. La quota giornaliera di magnesio che dovremmo introdurre ogni giorno nella nostra dieta è di circa 400 mg per gli uomini e circa 300 mg per le donne.

Un altro grande alleato della nostra salute per quel che riguarda i disturbi visti finora è la vitamina K. La vitamina K è una proteina liposolubile che svolge un’importantissima funzione nel mantenimento della salute delle ossa, nonché nel promuovere la coagulazione del sangue grazie alla sua attività antiemorragica. Una carenza di questa vitamina si manifesta di norma proprio con sindromi emorragiche. Collaborando con la vitamina D per portare calcio nelle ossa e prevenendo le emorragie, la vitamina K è indispensabile per il nostro benessere (e per evitarci fratture!).

La vitamina K è contenuta in grandi quantità in molte verdure a foglia verde, nonché in erbe utilizzate per cucinare come basilico, timo, prezzemolo, coriandolo, maiorana ed erba cipollina. Cipolle, radicchio, crescione, lattuga rossa sono anch’essi alimenti che presentano buoni livelli di vitamina K al loro interno, così come spezie come paprika, chilli, curry e peperoncino di cayenna. Bastano pochissime quantità di vitamina K per stare bene, tant’è che la sua insufficienza è rara e spesso dovuta ad altri fattori disabilitanti, ma se credete di esserne carenti consultate il vostro medico.

Fonte: https://news.fidelityhouse.eu/notizie-curiose/se-hai-mal-di-testa-insonnia-stanchezza-inizia-a-mangiare-queste-cose-312471.html/2?vers=2b7888ee794bdcd9424c3a8e992626d6

Related Articles

error: Content is protected !!
Close
Close